fare una porta scorrevole nel cartongesso

fare una porta scorrevole nel cartongesso

Quando si ristruttura una casa si cerca di ottimizzare gli spazi o di ricavarne degli altri con delle pareti in cartongesso, ma poi ci si accorge che lo spazio per una porta tradizionale non c’è e bisogna ricorrere ad un telaio a scomparsa (più comunemente chiamato scrigno), da inserire nel tramezzo realizzato, vediamo insieme come fare una porta scorrevole nel cartongesso in modo facile, rapido ed economico.

Per fare una porta scorrevole nel cartongesso bisogna avere una tramezzo di cartongesso sufficientemente largo perché deve contenere il controtelaio della giusta misura che ospiterà la porta. La larghezza giusta della parete è di circa 12 centimetri. Per poter aprire la porta all’interno della parete è ovvio che questa debba essere larga almeno poco più del doppio della misura della porta. Le porte standard che si trovano in commercio sono da 70, 80 o 90 centimetri di larghezza.

Il controtelaio per cartongesso che contiene la porta scorrevole può essere venduto assieme alla porta stessa oppure separatamente. Alcuni controtelai sono assemblabili e basta seguire le istruzioni contenute nella confezione per portare a termine le operazioni di montaggio.

Una volta montato il controtelaio a scomparsa bisogna porlo all’interno e centrarlo nella struttura metallica precedentemente costruita e fissarlo con apposite viti autofilettanti alle guide e ai montanti.

E’ bene utilizzare una livella per controllare che il telaio sia a piombo e che la porta scorrerà bene nel binario e poi si può foderare la struttura metallica contenente lo scrigno per cartongesso avvitando le lastre per poi stuccare i giunti e rasare la superficie pronta per la pittura.

Per completare il lavoro basterà inserire la porta nell’apposito binario, chiudere i blocchi di fine corsa e montare un copri filo attorno a tutto il telaio.

Scegli il controtelaio per la tua porta scorrevole – CHIAMA ORA