realizzare un palchettone di cartongesso

realizzare un palchettone di cartongesso

Quando lo spazio in casa non basta più bisogna risolvere subito il problema creando ripostigli e soppalchi vari, oppure anche realizzare un palchettone di cartongesso usando lo spazio del corridoio o di un disimpegno.

La prima cosa da fare prima di realizzare un palchettone di cartongesso è capire quanto pesano gli oggetti che andremo a riporre in questo nuovo spazio. Da questa e da altre informazioni bisognerà decidere come realizzare la struttura di sostegno per il cartongesso.

Il palchettone in cartongesso non ha il problema strutturale che hanno i soppalchi, poiché secondo l’interpretazione più diffusa rientra nella definizione di “controsoffitti leggeri” , ma ci sono alcune norme da verificare prima di cominciare.

Il palchettone in cartongesso non può avere una altezza utile superiore a 150 cm, altrimenti per la normativa urbanistica quella superficie potrebbe divenire potenzialmente abitabile inoltre, l’altezza che deve rimanere al di sotto del palchettone in cartongesso è quella minima ammessa per l’ambiente, se realizzato al di sopra di un bagno, di un corridoio o di un ripostiglio è minimo di 240 cm, mentre per tutti gli altri ambienti, cucina compresa, il minimo è di 270 cm.

Se il peso delle cose da riporre è limitato e la luce (interasse) tra le pareti è inferiore a 120 cm, allora potremo usare una struttura metallica per cartongesso di quelle tradizionali, composta da guide perimetrali e profili portanti interassati non oltre i 40 cm.

Nella lastra di cartongesso che ricopre la parte inferiore del palchettone, potranno essere inseriti dei faretti e corpi illuminanti diversi per illuminare l’ambiente sottostante.

Per l’accesso al palchettone può essere usato uno sportello di legno o anche una grande botola in cartongesso, ma attenzione a non sovraccaricare la struttura per evitare crolli e danni ingenti alla vostra casa.

Chiedi consiglio ad un esperto – CHIAMA ORA !